sito delle Fraternità Evangeliche

di Gerusalemme di Firenze

quale dono abbiamo ricevuto dall'incontro di oggi?                                                                         

 

 

A conclusione di ogni incontro di Fraternità il responsabile o il moderatore propone una frase riassuntiva, che sarà poi condivisa e trasmessa alle altre fraternità, come dono per tutti: quale dono abbiamo ricevuto oggi?

 

 

06 febbraio 2016

 

" Figlio, ti sono perdonati i peccati"

La parola "Figlio/a" racchiude l'esperienza basilare, è la chiave della vita di fede. Vivere la relazione filiale con Dio è questo il Regno di Dio.

"Ti sono perdonati i peccati": dietro "i peccati" c'è "il peccato". Il dono di questo vangelo è la fiducia incondizionata in Dio, al di là della situazione in cui ci troviamo, anche quando siamo paralizzati dalle paure, le angosce, le difficoltà.

Gesù vuole donarci la guarigione del cuore, sciogliere la pietra del nostro cuore, perché sia il cuore di carne, aperto agli altri.

Essere suo dono è essere veramente liberi, pienamente umani.

Abbiamo condiviso alcune domande: paralitico o barelliere ?

Cosa è più facile? Tutti si aspettavano il miracolo, nessuno il perdono dei peccati: che peso ha nella mia vita il perdono? Che peso hanno la salute, il successo, ecc..?

Vedo la mia vita nella globalità, non a settori, compreso il suo fine ultimo che è la vita eterna?

Per continuare a meditare, in comunione fraterna.

 

Riccarda

 

28 gennaio 2016

 

Carissimi,

Provo a Sintetizzare in un'unica frase il dono che nell'ultimo incontro il Signore ha riccamente elargito alla fraternità dell'Annunziata in occasione della meditazione su la peccatrice in casa di Simone... 

Una fede da vivere anche attraverso gesti esteriori e segni di abbandono totale, senza riserve, nel riconoscere davanti a Lui i nosri peccati, con umiltà, ... una fede che è risposta d'amore nella certezza di essere amati e perdonati e che ci introduce nella Shalom- pace e pienezza di Dio.

In Cristo Signore,

Giuseppe - Frat. Annunziata
 

23 gennaio 2016


La peccatrice e Simone il fariseo davanti a Gesù.

Abbiamo considerato a lungo il dramma di questa donna, una peccatrice nota a tutti nella città, ed anche lo sconcerto di Simone il fariseo per come Gesù l'accoglie, la lascia fare: "Se costui fosse un profeta, saprebbe...".

Il pianto della donna: dolore? Gioia? Entrambi? Il nostro pianto ai tuoi piedi, Gesù !

"Simone (ciascuno di noi) ho da dirti qualcosa": il dono dell'ascolto, della fiducia totale in Gesù.

"Un creditore aveva due debitori....non avendo essi di che restituire, condonò il debito a tutti e due": la misericordia di Dio raggiunge tutti, nessuno è escluso.

Dove c'è un eccesso di peccato, c'è un eccesso di amore di Dio. Amore e perdono sono inseparabili.

Simone, guarda cosa fa questa donna ! Sono i gesti dell'amore, è così semplice !

"La tua fede ti ha salvata": credi nell'Amore di Dio per te e rispondi all'Amore con l'amore, non trattenere nulla per te.

"Va' in pace": entra nell'amore che circola nella Trinità, semplice unità, gloriosa diversità, nessun giudizio, solo accoglienza!

Dal Libro di Vita al § 19 Preghiera; § 119, 120 Umiltà.

La vera umiltà non dispera mai dell'Amore di Dio (§ 124)

Solo briciole, da una mensa tanto ricca ! Per continuare a meditare, in comunione. Buona giornata!

Riccarda - Frat. Immacolata

 

 

9 gennaio 2016

 

Buongiorno e Buon Anno !

 

Eccomi di nuovo a tentare di comunicarvi qualcosa di un incontro di fraternità sulla Parola, Gv 5,1-18 Il Paralitico di Betzatà,

come sempre ricca d doni per tutti.

La misericordia di Dio raggiunge tutti, senza limiti di spazio (la piscina di Betzatà affollata di ultimi) e di tempo (il sabato),

è sempre all'opera in tutte le situazioni e in tutte le età della nostra vita.

"Vuoi guarire?" - Sì, lo voglio: voglio essere guarito dalla malinconia, dall'invidia per chi arriva prima di me, dal ripiegamento su me

stesso, dal pessimismo, dalla lettura negativa della mia vita, dalla rassegnazione, in sintesi dalla mancanza di speranza.

Voglio contare sempre su di Te.

Voglio fare memoria di quell' "istante" in cui mi hai guarito, anche quando credo di essere sola/o

e non lo sono perché tu sai tutto di me ed io so che tu mi ami.

"Non peccare più" : non mi lasciare più, ricordati sempre dell' amore che ho per te, per non rendere inutile questo amore. 

In comunione fraterna

Riccarda - Frat. Immacolata

 

 

17 dicembre 2015

 

Incontro della fraternità Annunziata Lc, 2, 1-20 Nascita di Gesù

 

GLORIA!

È nato per voi un Salvatore....

 

Cristo è nato per noi, per tutti, ma soprattutto per te personalmente! Il ritrovare questo mistero nell'umile mangiatoia che accoglie un fragile impotente bambino.... ci dà una sicura speranza nei momenti difficili, ...di essere colmati della gioia e dell'Amore della Sua presenza che Lui Solo può donarci....

Giuseppe


 

 

12 dicembre 2015

 

Carissimi,


 

il dono ricevuto dal vangelo dell'Annunciazione è il dono di dire sì: "...avvenga per me secondo la tua parola ".

 

L'adesione di Maria al progetto di Dio su di lei è ragionata e libera (libertà nell'obbedienza Libro di Vita §106/107).

 

"Rallegrati, piena di grazia: il Signore è con te": questa gioia divina è la mia identità (Libro di Vita § 178/179)

 

La via è l'umiltà: Maria lascia tutti i suoi progetti per vivere solo dell'Amore di Dio, esulta nel magnificat

 

perché Dio ha guardato la sua nullità e l'ha colmata.

 

Abbiamo consegnato a Dio nella preghiera le nostre contro-risonanze e camminiamo con rinnovata fiducia

 

verso il Natale del Signore in noi.

 

A tutti Buon Natale ! In comunione

 

Riccarda

 

3 dicembre 2015

Carissimi,
Il Signore nell'ultimo incontro ci ha voluto ricordare, che Egli è con noi, sempre e in qualsiasi situazione, anche nel buio della prova e nell'oscurità del ns peccato. Egli con l'angelo annunciante a Maria ci dice, "Il Signore è con te"

In Cristo Signore,
Giuseppe

 

29 novembre 2015

Venerdì scorso abbiamo concluso l'incontro di fraternità dell'Immacolata con questa preghiera suggerita da Fr. Giacomo.

Agnese 

 

L'autore di questa preghiera è stato un grande sportivo, campione di Volley, che a seguito di un incidente, è rimasto paralizzato. Pur tuttavia ha avuto la forza di reagire dedicandosi ad altre attività con notevole successo. Nell'ultimo anno le sue condizioni di salute peggiorarono progressivamente a causa della lunghissima immobilità, a seguito delle complicanze dovute ad una polmonite. Si è spento il 10 luglio del 2002 a Denver, all'età di 54 anni.


 

Chiesi a Dio di essere forte
per eseguire progetti grandiosi:
Egli mi rese debole per conservarmi nell'umiltà.
Domandai a Dio che mi desse la salute
per realizzare grandi imprese:
Egli mi ha dato il dolore per comprenderla meglio.
Gli domandai la ricchezza per possedere tutto:
mi ha fatto povero per non essere egoista.
Gli domandai il potere perché gli uomini avessero bisogno di me:
Egli mi ha dato l'umiliazione perché io avessi bisogno di loro.
Domandai a Dio tutto per godere la vita:
mi ha lasciato la vita
perché potessi apprezzare tutto.
Signore, non ho ricevuto niente di quello che chiedevo,
ma mi hai dato tutto quello di cui avevo bisogno
e quasi contro la mia volontà.
Le preghiere che non feci furono esaudite.
Sii lodato; o mio Signore, fra tutti gli uomini
nessuno possiede quello che ho io!

 

28 novembre 2015

 

Carissimi,

a nome di tutta la fraternità vi comunico il dono condiviso nella lectio sull'episodio di Bartimeo :

 

1- Non reprimere ma vivere ed esprimere con libertà la propria condizione di fragilità,

    accogliere e rispettare quella degli altri;

 

2- Aver fiducia nel chiedere l'impossibile a Gesù,

    l'unico capace di colmare il nostro vuoto, il nostro bisogno vitale di esser amati.

 

In comunione fraterna, auguro a tutti BUON AVVENTO !

Riccarda

 

19 novembre 2015

Carissimi,
Gesù nell'ultimo incontro di fraternità ci ha voluto donare nel grido di Bartimeo, la capacità di riconoscere in noi la nostra miseria, perché possa essere da Lui raggiunta e guarita totalmente.... è questo ciò che Egli desidera, la nostra salvezza che trova spazio nel grido di fede dell'uomo....

In Cristo nostra speranza,
Giuseppe

 

14 novembre 2015

 

Carissimi,

ricca di doni la Parola di Dio nell'incontro di ieri nella fraternità Immacolata.

" Non piangere !" :

non cedere al dolore, allo scoraggiamento. Abbi fiducia in me, continua a sperare !

"...dico a te, alzati ! " :

quel morto che viene portato sono io, Gesù. Tu mi dici : risorgi! Credo nella potenza della Tua Parola .

In sintesi, col Libro di Vita: ama, lasciati amare, risuscitare.

Gesù può e vuole donarti, se glielo consenti, un cuore capace di "compassione".

Solo briciole di un incontro che non sarebbe finito mai....in comunione con quanti non hanno potuto partecipare

e con tutte le altre fraternità.

Riccarda

 

 

30 ottobre 2015

Carissimi,

sono qui a tentare di condividere con voi qualcosa dell'incontro di fraternità.

Abbiamo ascoltato con orecchio teso ed apertura di cuore quello che ciascuno di noi si è sentito di dire su un episodio così evocativo della vita di Gesù.

E' sempre sorprendente la ricchezza della Parola di Dio nella lettura comunitaria, per il dono di sé che ciascuno di noi fa e riceve nella condivisione.

Alla fine abbiamo sintetizzato insieme che il dono ricevuto da Gesù questa sera è l'essere contenti di essere tutti lebbrosi, guariti dal Suo Amore.

In grande comunione, alla vigilia della festa di tutti i Santi.

 

Riccarda - Fraternità Immacolata

 

 

23 ottobre 2015

Il dono che il Signore ci ha dato e abbiamo accolto e':
Fiducia, abbandono e gioia incontenibili !
Un abbraccio Maria (Fraternità Assunta)

 

23 ottobre 2015

 

Carissimi, nell’incontro di lectio divina ieri sera,

abbiamo ricevuto questo:

 

Riconoscere il nostro bisogno, esprimere il nostro bisogno, lasciare a Gesù ed al nostro prossimo, di rispondere come e quando vogliono.”

 

Un abbraccio, andrea - fraternità Nicopeia

 

16 ottobre 2015

 

Carissimi,

non è facile comunicare quanto è stato vissuto nell'incontro di fraternità.

Ciascuno ha ricevuto dalla Parola di Dio un dono particolare

e lo ha condiviso con semplicità ed apertura di cuore.

Il dono che può riassumere tutto è l'aver ricevuto

una chiamata personale

a rispondere a Lui

e a mettersi al centro del Suo Amore. 

Gioia e stupore per le meraviglie che la Parola di Dio compie in noi e tra noi !

Un abbraccio a tutti.

Riccarda

 

9 ottobre 2015

 

Carissimi, la parola che abbiamo ricevuto nella Lectio di ieri, Mc 3,1-6 (l’uomo dalla mano paralizzata) è :

alzati e vieni qui in mezzo e tendi la mano

Il Signore è il padrone del Sabato e ci libera da ogni chiusura del nostro cuore

Fraternità Nicopeia

 

9 ottobre 2015

 

Terzo incontro. L'uomo dalla mano paralizzata (Mc 3,1-6)

 

Carissimi,

" Il dono di Dio per noi è la consapevolezza del suo amore infinito contro ogni paura."

Il Signore ha così parlato al nostro cuore. 

 

Maria - Fraternità Assunta

 

8 ottobre 2015
 

Carissimi, fratelli e sorelle di Fraternità,
Noi dell'Annunziata vorremmo condividere con voi il secondo incontro che ci ha visti partecipi tutti nel riconoscere la Signoria di Gesù agire nelle nostre miserie... donandoci di aprirci all'amore, in particolare la libertà di lasciarci amare in qualsiasi condizione possiamo trovarci, nel superamento di ogni formalismo legalista.
Gesù è Signore
Alleluja

Giuseppe - Fraternità Annunziata

 

3 ottobre 2015

Carissimi tutti !

Anche ieri in tanti a lodare e ringraziare il Signore attorno alla sua croce.

Il Signore ha parlato e ci ha promesso: il dono di una fede più profonda, una speranza viva, carità e condivisione.

Apriamo allora le nostre braccia ed il nostro cuore per accogliere con stupore i frutti di questa pesca miracolosa.

Grazie Gesù per la tua immensa generosità!

Uniti nella preghiera

Agnese

Fraternità Immacolata

 

25 settembre 2015

Il Signore è il nostro Maestro e ci dice di non temere, perché Lui è con noi.

Ci invita ad essere aperti agli altri per aiutare e per farsi aiutare.”

Fraternità Nicopeia

 

 

25 settembre 2015

Continuando il cammino della Lectio Divina,

oggi abbiamo gustato l'episodio "della pesca miracolosa".

Preghiera e meditazione hanno riempito la nostra barca.

Gesù ad ognuno di noi ha detto:   PRENDI IL LARGO, NON TEMERE : SEGUIMI

Fraternità Assunta

 

 

25 settembre 2015

Il Dono è stato grande nel vedere scaturire la preghiera in modo semplice spontaneo, ma profondo, dallo Spirito e dalla Parola di Dio... Il tempo è passato velocemente senza accorgecene... e il Signore ha veramente parlato ad ognuno di noi.

Abbiamo ruminato il passo di Luca 5, 1-11 e il Signore Gesù ci ha portato con sè al largo... raccomandandoci di non temere, poiché ci ama e di tenere pronte le reti che Lui vuole solo riempire di ogni dono che noi non immaginiamo, e in questo di fidarci e di lasciar fare a Lui che ci dice: seguimi.

In Cristo Signore Risorto,

Giuseppe - Fraternità Annunziata

 

 

22 settembre 2015

Grazie Gesù di rinnovare  nel nostro cuore la gioia di ritrovarci a condividere la Tua Parola che feconda e vivifica la nostra vita.

Grazie Gesù del nuovo e forte Spirito di Amore che stai inviando nelle nostre fraternità,

Grazie Gesù dello Spirito di carità e di servizio che  fratel Giacomo ci dona, testimone fervente del Tuo Amore!

Grazie Gesù degli amici delle fraternità!

Giuseppina - Fraternità Immacolata

 

 

22 settembre 2015

Oggi ho ripreso in mano la PAROLA che abbiamo condiviso venerdì. Ringrazio Gesù che nella sua regalità mi ha parlato. Ringrazio don Giacomo e tutto il gruppo che mi hanno guidato a gioire della Parola.

Ringrazio lo Spirito che ci regala un cesto pieno di frutti gustosi per questo nuovo anno !

Grazie Gesù !

Giovanna - Fraternità Immacolata

 

 

19 settembre 2015

Ieri sera grande gioia nel nostro primo incontro col Signore!

Abbiamo aperto le reti e ..............Lui le ha riempite !

Questo è il dono che ha ci ha fatto:

Oggi lo Spirito Santo è su di voi, ravviva la vostra fede ed inizia la vostra liberazione.

Grazie Signore !

Agnese - Fraternità Immacolata

 

 

11 settembre 2015:

oggi ha avuto luogo il primo incontro della Fraternità Assunta e su indicazione di fr. Giacomo, condivido con tutti voi una frase che riassume il dono che il Signore ci ha fatto questo pomeriggio:

" Gesù ci invia oggi ai poveri nello spirito a proclamare l'anno di misericordia del Signore e ci dice è sempre con noi".

Stefania - Fraternità Assunta

 

 

 

 

torna alla pagina iniziale

@ per informazioni    

a maggior Gloria del Signore